Banca del Tempo del Buniva

Banca del Tempo

Il progetto, realizzato in collaborazione con l’associazione di promozione sociale eCcoesistere, già convenzionata con l’Istituto, intende strutturare ed avviare la prima Banca del Tempo dell’Istituto, finalizzata alla cooperazione sociale attraverso lo scambio del tempo tra gli studenti (con il coinvolgimento anche degli insegnanti).

La Banca del Tempo si struttura come un dare e avere di tempo, regolato per mezzo di un libretto degli assegni virtuale, su cui si segnano le ore prestate e quelle ricevute.

L’unità di misura è unicamente il tempo, misurato in ore di sessanta minuti ed è uguale per tutti, indipendentemente dal ruolo nella scuola, dall’età, dai gradi di competenza, dalla classe sociale di appartenenza, dalla professione, dalle condizioni economiche delle singole persone: un’ora di cucito equivale a un’ora di ripetizioni d’inglese, un’ora di giardinaggio è pari ad una d’informatica, etc.

Chi ha offerto un servizio acquisirà un credito di ore e sarà in grado di spenderle ricevendo altri servizi. La Banca del Tempo è l’intermediario che mette in contatto tra di loro i soci.

Nella Banca del Tempo non è necessario restituire un servizio direttamente a colui che l’ha fornito: è un sistema aperto e non si contraggono debiti con qualcuno in particolare. La Banca del Tempo provvede a segnare i crediti (le ore date) e i debiti (le ore ricevute) e periodicamente emette un regolare estratto conto. Il conto corrente e gli assegni sono sottoposti a controllo per evitare che si vada in rosso o che siano depositate troppe ore senza scambio.

Perché iscriversi e partecipare alla Banca del Tempo Buniva?

Per conoscere gente, per aiutare o supportare, per essere aiutati o supportati, per sfuggire alle logiche di supremazia del denaro come regolatore delle nostre esistenze, per svolgere azioni socialmente utili, per contribuire nel proprio piccolo a processi sociali di trasformazione e cambiamento, per fare qualcosa di nuovo e diverso dal solito, per rompere le routine, per contrastare la tendenza all’egoismo e all’individualismo, per essere costruttivi e cooperativi.

Si tratta di creare un circuito virtuoso di scambio alla pari, non solo tra gli studenti ma anche tra i docenti e tra docenti e studenti, aprendo la possibilità a tutti i soggetti nel circuito dell’Istituto, di entrare a far parte della Banca del Tempo Buniva (studenti, docenti, amministrativi, ATA, ex-studenti, etc.).

L’Associazione eCoesistere, co-promotrice dell’iniziativa, si farà carico degli aspetti formali necessari all’inquadramento nelle normative di riferimento delle banche del tempo provinciali.

L’organizzazione e la realizzazione del progetto coinvolge direttamente un gruppo di studenti coordinati dal prof Martinez (coadiuvato da un gruppo di docenti), all’interno di un percorso laboratoriale, valido dalla classe terza anche come PCTO.

Invia un email per avere l’informativa dettagliata dell’iniziativa o per proporti per entrare nel gruppo degli organizzatori. Oppure iscriviti subito, tramite questo link.